Dstory Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11

B076MK8FBB
D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11
  • scarpe
  • Ideato per la moda femminile, elegante e personalizzata.
  • realizzato in tessuto oxford, incredibilmente flessibile e resistente all'usura.
  • pelle scamosciata e soletta schiumata traspirante, anti-calore, anti-umidità, anti-corrosione.
  • suola in gomma resistente, abbastanza resistente per resistere all'usura quotidiana.
D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11 D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11 D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11 D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11 D-story Scarpe Personalizzate Grunge Usa Bandiera High Top Retro Donna Sneaker Multicoloured11
Merrell Mens Guanto 4 Trail Runner Smeraldo
IT
Accedere / Registrarsi
LaCommunity online perpersone con una lesionemidollare, ilorofamiliari eamici
Bionica Donna Rangley Marasala Rossa

Le mani scorrono lungo il passamano, spingono con forza le ruote in avanti. Giorno dopo giorno, anno dopo anno. Per molte persone para-tetraplegiche questo è il modo normale di spostarsi, e la metà di loro soffre di dolori proprio a causa della mobilità quotidiana. Le cause sono molteplici e spesso è impossibile distinguerne una. Il team di ricerca del gruppo «Shoulder Health and Mobility» della Ricerca svizzera per paraplegici è dell'opinione che la sollecitazione delle spalle spingendo la carrozzina sia eccessiva e possa provocare danni. In diversi studi, i ricercatori hanno esaminato quale mezzo, tra carrozzina e handbike , risparmi di più le spalle, e quale sia la regolazione ottimale di una handbike.In media, la metà delle persone con una lesione midollare soffre di dolori alle spalle. Un numero molto elevato se si pensa che nella popolazione generale solo due persone su dieci lamentano problemi in questa zona del corpo. Chi cammina lascia l'incarico degli spostamenti alle articolazioni e ai grandi e forti muscoli delle gambe, mentre chi si muove in carrozzina deve usare le spalle. Perciò non sorprende l'elevata frequenza del dolore in quella zona. Spesso non è chiara l'origine precisa di questo dolore, poiché concorrono diversi fattori: può darsi che l'anatomia individuale delle spalle predisponga a lesioni, che la serie dei movimenti non sia eseguita in modo ottimale o che alcune attività comportino un carico eccessivo sulle articolazioni del cingolo scapolare. Cosa hanno voluto scoprire i ricercatori? Una delle cause più menzionate del dolore alle spalle è il ripetitivo spingere la carrozzina. Perciò, in un primo studio, i ricercatori hanno voluto determinare se altri mezzi di spostamento, come la handbike, fossero più adatti per percorrere lunghe distanze. L'adattamento individuale di questi mezzi è molto importante per ottimizzare la sequenza dei movimenti e ridurre le sollecitazioni. Sono disponibili molti studi sull'adattamento ottimale di una carrozzina, ma i dati scientifici sulla handbike sono ancora scarsi. Di conseguenza è stato condotto un secondo studio per chiarire come regolare una handbike in modo da caricare il meno possibile le spalle. Come si misura la sollecitazione delle spalle? Ai due studi hanno partecipato complessivamente 26 persone in carrozzina. Durante i test con la carrozzina e con la handbike, i partecipanti sono stati esaminati con diversi apparecchi:

Seleziona una pagina

da Giuliano Pellizzari | 16 Mag, 2017

Dettaglio marketing: se fai sempre le stesse cose, sarai sempre la stessa persona

Se vuoi possiamo continuare a raccontarci che siamo in crisi da quasi dieci anni e che un giorno il mercato si riprenderà. Sarebbe un po’ come immaginare che, una volta sposati, Cenerentola e il Principe abbiano vissuto felici e contenti ogni meraviglioso giorno, ora e minuto del loro matrimonio. Quindi direi: aspettiamo la fine della storia, qualcosa accadrà. Anche i bambini iniziano ad avere qualche dubbio sul fatto che per essere felici, basti avere pazienza fino alla fine della storia. I bambini sono come gli adulti: vogliono essere felici subito. Gli adulti però cambiano parola: da felici, si “accontentano” di essere sereni. La serenità non passa attraverso la sopravvivenza. Se un lavoro, un mestiere, un impegno quotidiano portano come risultato sempre e solo la sopravvivenza, difficilmente procureranno la serenità.

Allora sorge spontanea la domanda: «cosa devo fare per migliorare la situazione?»

Ti vorrei dire di iniziare “dal fare ”. Che cosa? Quello che serve a risolvere i problemi della tua attività. Non quello che devi, solo quello che serve. Se hai poco flusso di clientela, forse ti serve un modo per portare dentro più clienti , o ancora meglio, per portali fuori di casa e farti raggiungere nel tuo negozio. Se hai un buon flusso, ma alla fine del mese fatti i conti scopri che il tuo scontrino medio è basso e le marginalitànonbastano per nuoviinvestimenti, o anche solo per pagare tutte le tasse, ti direi che ti serve un sistema per aumentare il valore percepito del prodotto e dei servizi ; che c’è l’occorrenza di differenziare le entrate con nuovi servizi e attività; che puoiattivarti nell’ottimizzare le vendite. Potrei andare avanti portandoti una ampia serie di esempi, così come sono molte le attività commerciali con cui ho collaborato negli anni, affrontandoin negozio un concetto che spesso non trovi nemmeno nelle aziende più grandi: il marketing. Lo chiamano retail marketing , perché è dedicato alla distribuzioneeper i negozi è proprio qualcosa di particolare: non puoi prendere quello che fanno le grandi catene e pensare di applicarlo in negozi che hanno altra struttura e altri budget. Devi per forza costruire un metodo su misura , che porti da subito i primi risultati, altrimenti i commercianti non avranno la voglia e nemmeno il gusto di continuare a innovare. Così ho scritto il libro « Il dettaglio nel Dettaglio », edizioni Corvino, nel quale puoi già trovare una guida iniziale su le azioni di marketingche decidi difare. Ti dirò che, se avessi dovuto inserire nel libro tutto quello che ritenevo veramente utile per i commercianti (son più di 10 anni che lavoro con il settore retail), avrei pubblicato una serie di manuali con migliaia e migliaia di pagine. Chi le avrebbe mai lette?

Ilpercorso Dettaglio Marketing serve a:

Sembra un percorso lungo, ma in poche settimane avrai acquisito molti degli elementi che ti servono per ottenere risultati tangibili. Credo in questo metodo, perché l’ho testato in prima persona in diverse occasioni, perché si basa su processi scientifici che ho potuto valutare su basi pratiche. Credo in questo metodo perché credo nel mestiere che svolge un commerciante, spesso inconsapevole che il suo lavoro, oltre a una evidente ragione economica di esistere, ha anche una notevole importanza nell’equilibrare il disagio della nostra società. E credo nel mestiere del commerciante . Perché è quel tassello che unisce la vendita e il marketing con l’humanitas di ciascuno di noi, rendendoci meno dipendenti da parametri sempre più tecnici e sempre meno umani.

Entra subito nella nostra Greenhouse Inizia da qui

strategia di crescita

c+b

La casa+bottega delle imprenditrici creative italiane

// Officine Biancospino

Nello scorso post abbiamo parlato di inquadrature frontali e di come evitare gli errori più comuni; questa volta ti diamo qualche spunto per capire se questo punto di vista è sempre la scelta migliore o se a volte conviene optare per una ripresa dall’alto.

Nello scorso post abbiamo parlato di inquadrature frontali e di come evitare gli errori più comuni; questa volta ti diamo qualche spunto per capire se questo punto di vista è sempre la scelta migliore o se a volte conviene optare per una ripresa dall’alto.

Abbiamo scelto come soggetto dei nostri esempi fotografici i macarons, oggetti piccoli che ben si prestano a diversi tipi di set e contesti. Generalmente prodotti di queste dimensioni necessitano di un allestimento ben studiato che li valorizzi e di una scenografia di supporto che ne evidenzi la presenza all’interno dell’immagine.

Preparazione del set:

Visto il colore dei dolcetti, dipingiamo una tavola con l’acrilico verde pastello per dare un effetto un po’ shabby. Frugando poi tra i nostri props scoviamo dei contenitori per le due diverse inquadrature: una coppetta d’argento con stelo, perfetta per una vista frontale (dato il suo sviluppo verticale) e una ciotolina di ceramica piana, più adatta per l’inquadratura dall’alto.

Per arricchire il set abbiamo bisogno di inserire qualche decorazione: una manciata di foglioline di tè, la loro scatolina di latta e un cucchiaino d’argento.

Consiglio in più! Elementi come foglioline, erbe aromatiche e spezie sono guarnizioni perfette per questo tipo di set: possono essere sparpagliate in maniera più o meno casuale intorno ai soggetti, dando quel tocco rustico e arricchendo immediatamente un set altrimenti un po’ spoglio. E, quasi sicuramente, non dovrai mai uscire apposta per comprarle!

Inquadratura 1 – vista frontale aerea

Posizionamento: 
 come puoi vedere dalla foto di backstage (a sinistra) gli elementi sono molto decentrati, quasi sul margine dell’asse di legno, e l’obiettivo della macchina fotografica è inclinato rispetto al piano. Questa posizione permette di sfruttare al massimo la profondità della tavola, che non sarà solo piano d’appoggio ma anche sfondo della foto. Il tipo d’inquadratura si chiama “a volo d’uccello” ed è caratterizzato da un punto di vista prospettico elevato e di conseguenza da una visuale aerea sul set.

PTV MapMarket, leader nel mercato mondiale dei software di pianificazione, incontra Gfk, leader nel mercato della fornitura di dati. Per più di 20 anni, PTV e Gfk hanno collaborato nella stesura e nel raggiungimento di nuovi obiettivi nell’ambito del GeoManagement.
Pubblicato il da Elisa Bonamente

PTV MapGuide – A volte è sufficiente ascoltare per migliorare la propria situazione!

Google maps è conveniente in molte circostanze, ma non quando hai la necessità di calcolare i migliori percorsi per camion. Chiunque faccia trasporto pesante si rende conto dei limiti di uno strumento come Google maps, ma non tutti conoscono i vantaggi di un moderno sistema di simulazione dei percorsi specifico per camion. Read more

Google maps è conveniente in molte circostanze, ma non quando hai la necessità di calcolare i migliori percorsi per camion. Chiunque faccia trasporto pesante si rende conto dei limiti di uno strumento come Google maps, ma non tutti conoscono i vantaggi di un moderno sistema di simulazione dei percorsi specifico per camion.
Pubblicato il da Elisa Bonamente

PTV MapMarket, la soluzione perfetta per la gestione efficiente ed efficace della rete di informatori scientifici del farmaco.

Come ottimizzare la rete degli informatori scientifici del farmaco?

Come organizzare l’agenda delle visite?

Come ridurre costi e chilometri, mantenendo elevati standard qualitativi del servizio?

Caratteristiche e criticità della gestione di una rete di informatori del farmaco

Il settore farmaceutico si caratterizza per tetti di spesa molto elevati, non aiutati, da un lato, dalle forti contrazioni dei mercati e dall’aumento della concentrazione settoriale e, dall’altro, dalle numerose normative in vigore.… Read more

Pubblicato il da Elisa Bonamente

PTV xServer Day, 24 Maggio 2017, Assago (MI)

Sei ancora in tempo per registrarti all’evento PTV xServer Day! Un evento organizzato per i nostri clienti e partners incentrato sulla presentazione della nuova versione PTV xServer Extended Functionalities.

Iscriviti alla nostra newsletter

Categorie

Links Utili

Informazioni

Il mio account

Informazioni negozio

  • Creacommercio Srl, Via Einaudi 4/10 - 20068 Peschiera Borromeo MI
  • Contattaci subito: 02 55302309
  • Email: [email protected]
Creacommercio Srl, Sede Legale: Via Roncaglia, 14 20146 Milano P.Iva 10071850159 C.F. 04186910487 Rea: MI-1342954 ® Esperia è un marchio Registrato